TUTTA SUO PADRE!

Possa il nostro corpo raccontare la nostra storia, non il nostro ego.

Tremilacinquecentovoltemelosonosentitaripetereeeeeeeeeeeeeeeee!!!!!
Oh, ma sei tutta tuo padre! Sei proprio uguale a lui, che carina!”
Ho sentito questa frase da quasi tutte le bocche che ho conosciuto e che hanno conosciuto mio padre, poi sono scappata all’estero per 10 anni, così nessuno conosceva il mi’ babbo e poteva dirvi ‘sta cosa.
“Oh, gli stessi piedi di tuo padre… ma pensa, le ginocchia uguali… lo stesso senso dell’umorismo. Che energia, ragazza mia… sei tutta tuo padre.”
Avete scassato tre quarti di piantina di menta con ‘sta cosa della somiglianza, gente! Mo’ non vi sopporto più.
Ho 33 anni, lui quasi ottanta. Lui è un fuoco che brucia ad cazzum, io sono una minuta Heidi pasionaria che comprende la furia e la trasforma in simboli alchemici, lui è macellaio da 65 anni e io vegana da cinque. Oddddio, non è che siamo proprio proprio uguali, piedi e ginocchia a parte. E la couperose. Ed il setto nasale lungo e due o tre cosine che mo’ non stiamo neanche a dire.
Lui è un maschio biologico iper-identificato con la mascolinità, con la “uomità”, molto maschilista, molto aggressivo verbalmente, poco propenso a considerare le donne, bio o non, al suo stesso livello. Io sono una femminina biologica agender. Proprio proprio uguali… non mi sembra. Ma posso sbagliare, eh!
balletto-padre-figlia (1)
Tutte ‘ste diavolerie linguistiche iper-intime per dire una cosa semplicissima: restituite il corpo ai vostri figli e alle vostre figlie, sia che li abbiate già o che li abbiate in un futuro prossimo o lontanissimo nei secoli che si affacceranno su questo nostro universo. Restituite loro il corpo prima di disintegrarlo a causa di espressioni tipo: “Ma sei uguale a… sei tutto… non ci credo, sei la fotocopia di…” Vi scapperanno, queste frasi che sembrano innocue, sì che vi scapperanno, e faranno loro un grandissimo danno.
Un figlio può essere uguale alla madre, ma tacete. La figlia può essere uguale al padre. Tacete anche in quel caso. Fate loro questo sacrosanto favore di tenervelo per voi. Non sempre le opinioni personali costruiscono ponti umani… spesso, invece, diventano bombe a grappolo.
Che i vostri figli e le vostre figlie possano crescere sapendo che il loro corpo è unico, magnifico, che non somiglia a quello di un’altra persona (soprattutto in termini di difetti o mancanze), è che è l’espressione suprema della potenza del PROPRIO corpo, non la fotocopia riuscita male ed in miniatura di un altro. Che il corpo dei vostri figli e delle vostre figlie appartenga soltanto a loro, perché questa è l’unica verità ed è forse una delle poche cose che hanno davvero bisogno di imparare fin da subito.
Zero paragoni, zero similitudini, zero ricerca di qualcosa che voi vedete replicato.
Lasciate a chi nasce un corpo integro, perfetto nella potenza che deciderà come concretizzare lungo la propria esistenza. Date la possibilità a chi arriva in questo mondo di non essere incatenato ad un genere solo perché nasce con caratteristiche appartenenti al sesso femminile, o maschile, o ad entrambi.
Lasciate a chi nasce il libero arbitrio, la libertà di esplorarsi, di decidere chi desidera essere e come vuole viversi dentro ad un corpo che solo a lui/lei appartiene. Perché il corpo dei vostri figli e delle vostre figlie non è vostro, ve ne prendete grande cura, è verissimo, ma non è vostro. Vostra non è la possibilità di scegliere al posto loro. Allora non fatelo, per favore.
Lasciate che ogni corpo sia vissuto liberamente, con gioia, amore, compassione, fiducia, bellezza, erotismo, profondità, tenerezza.
Che ogni corpo possa essere libero e viversi libero.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...